Alimentazione in gravidanza: linee guida del Ministero della Salute e dell’OMS

Alimentazione in gravidanza - linee guida del Ministero della Salute e dell’OMSLe donne in gravidanza dovrebbero essere incoraggiate a seguire una dieta ricca di ferro. Le linee guida del Ministero della Salute consigliano un apporto di 30 mg di ferro durante la gestazione. La raccomandazione dell’OMS è di fornire una supplementazione giornaliera di 60 mg di ferro e 400 mcg di acido folico dalla conferma della gravidanza fino ai primi 3 mesi dopo il parto.

L’assunzione di acido folico, se iniziata prima del concepimento e protratta fino a 6-12 settimane di gestazione, riduce l’incidenza di difetti del tubo neurale in donne che avevano o che non avevano un precedente feto affetto da DTN (1).

Tenuto conto che la carenza di ferro può avere serie conseguenze e che, viceversa, una integrazione oculata è praticamente priva di rischi, si consiglia normalmente una supplementazione che favorisca il deposito di ferro, utile sia per il periodo gravidico che per il post-partum. La supplementazione di ferro può essere particolarmente utile nei casi di gravidanze ravvicinate. Consigliabile è la contemporanea assunzione di alimenti ricchi di vitamina C per avere un incremento dell’assorbimento del ferro.

 

Inoltre, siccome il trasporto del ferro all’interno del sangue e delle cellule richiede rame, l’assunzione di ferro può ridurre la biodisponibilità del rame stesso (2,3).

In caso di integrazione alimentare,  il Ministero della Salute consiglia pertanto di associare al ferro un apporto di rame (4). Per quanto riguarda l’acido folico, linee guida nazionali ed internazionali consigliano in gravidanza un apporto giornaliero corrispondente a 0,40 mg (si suggerisce cioè un raddoppio dell’apporto rispetto alle donne in normali condizioni fisiologiche). Anche nel caso dell’allattamento si consiglia un apporto giornaliero superiore alla norma, ovvero di 0,35 mg. L’acido folico previene lo sviluppo di difetti del tubo neurale nel feto (spina bifida ed anencefalia).

 

REFERENZE BIBLIOGRAFICHE

1. Lumley J. et al., (2001). Periconceptional Supplementation with Folate and/or Multivitamins for Preventing Neural Tube Defects. Cochrane Database Syst Rev, 3, CD001056.

2. Scheers N., (2013). Regulatory Effects of Cu, Zn, and Ca on Fe Absorption: The Intricate Play between Nutrient Transporters. Nutrients, 5 (3), pp. 957-970.

3. Osterberg R., (1980). Physiology and pharmacology of copper. Pharmacology & therapeutics, 9 (1), pp. 121-146.

4. World Health Organization, (2009). Weekly Iron-Folic Acid Supplementation (Wifs) in Women of Reproductive Age: its Role in Promoting Optimal Maternal and Child Health. Who/Nmh/Nhd/Mnm/09.2.

 

Commenta

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>