Lattoferrina bovina: un aiuto contro l’Helicobacter pylori

Lattoferrina bovina un - aiuto contro l’Helicobacter pyloriLa lattoferrina è una proteina con attività antimicrobica e antivirale, un’importante figura del sistema immunitario innato dei mammiferi. Secreta dalla maggior parte delle ghiandole esocrine, si pone a difesa delle mucose. Veicolata e secreta dai leucociti neutrofili, contribuisce a combattere le infezioni nei distretti interni dell’organismo (1).

 

Da anni si discute sulla possibilità di impiegare la lattoferrina bovina per l’eradicazione dell’Helicobacter pylori, un batterio che può colonizzare lo stomaco e causare una varietà di patologie: a seconda del ceppo batterico e dello stato immunitario del soggetto infetto, si va da dispepsia funzionale e gastrite a ulcera peptica e cancro (2).

 

 

In caso di infezione, l’European Helicobacter and Microbiota Study Group raccomanda di eradicare il batterio attraverso una triplice terapia della durata di una settimana, che consista di claritromicina, amoxicillina e un inibitore della pompa protonica – e.g. esomeprazolo e rabeprazolo –. Attraverso tale pratica, però, solo il 70% dei pazienti viene curato nei tempi previsti (3).

Pertanto, di fronte a pochi studi clinici dai risultati contrastanti, è utile far chiarezza per capire se e come la lattoferrina bovina permetta di fare un passo in avanti nella cura di questa infezione.

 

COSA EMERGE DA STUDI CLINICI COMPARABILI

Uno studio multicentrico, randomizzato e aperto, condotto su soggetti infetti che soffrivano di dispepsia funzionale, ha dimostrato che 200 mg / 2 die di lattoferrina bovina non influenzano l’efficacia della terapia raccomandata, consistente di claritromicina 500 mg / 2 die, amoxicillina 1000 mg / 2 die ed esomeprazolo 20 mg / 2 die (4).

Tuttavia, stando a uno studio monocentrico, randomizzato e aperto, che ha riguardato sia casi con dispepsia funzionale che casi con gastrite o ulcera peptica, 200 mg / 2 die di lattoferrina bovina aumentano significativamente i successi di una terapia settimanale con claritromicina 500 mg / 2 die, tinidazolo 500 mg / 2 die e rabeprazolo 20 mg / 2 die (5), suggerendo che questa proteina abbia un effetto terapeutico allorquando la claritromicina viene affiancata dal tinidazolo piuttosto che dall’amoxicillina così come dal rabeprazolo piuttosto che dall’esomeprazolo.

A confermare e delucidare questo risultato, ecco uno studio multicentrico, randomizzato e aperto, ricondotto su soggetti infetti che soffrivano di dispepsia, gastrite o ulcera peptica: si dimostra che 200 mg / 2 die di lattoferrina bovina aumentano, di gran lunga, l’efficacia di una terapia settimanale con claritromicina 500 mg / 2 die, tinidazolo 500 mg / 2 die ed esomeprazolo 20 mg / 2 die (6), rivelando come l’associazione tra questa proteina e il tinidazolo stia alla base del maggiore successo terapeutico.

Da evidenziare che, in linea con l’inserimento della lattoferrina bovina tra le sostanze generalmente riconosciute come sicure da parte dell’FDA, l’impiego della lattoferrina stessa non ha influenzato l’incidenza degli effetti collaterali in nessuno degli studi qui riportati.

 

COSA SI EVINCE DAGLI STUDI CLINICI

La lattoferrina bovina può dunque essere impiegata come coadiuvante di una triplice terapia a base di claritromicina e tinidazolo, così da portare al 90% la possibilità di eradicare l’Helicobacter pylori in 7 giorni (6). Una terapia quadrupla, che consista di lattoferrina, claritromicina, tinidazolo e un inibitore della pompa protonica, potrebbe pertanto rappresentare il nuovo standard terapeutico.

 

 

REFERENZE BIBLIOGRAFICHE

1. Adlerova L., Bartoskova A., Faldyna M., (2008). Lactoferrin: a Review. Veterinarni Medicina, 53 (9), pp. 457-468.

2. Mehmood A. et al., 2010. Helicobacter pylori: an Introduction. International Journal of Applied Biology and Pharmaceutical Technology, 1 (3), pp. 1337-1351.

3. Malfertheiner P. et al., 2012. Management of Helicobacter pylori Infection—the Maastricht IV/ Florence Consensus Report. Gut, 61, pp. 646-664.

4. Zullo A. et al., 2005. Quadruple therapy with lactoferrin for Helicobacter pylori eradication: a randomised, multicentre study. Dig Liver Dis, 37 (7), pp. 496-500.

5. Di Mario F. et al., 2003. Use of bovine lactoferrin for Helicobacter pylori eradication. Dig Liver Dis, 35 (10), pp. 706-710.

6. Di Mario F. et al., 2006. Bovine lactoferrin for Helicobacter pylori eradication: an open, randomized, multicentre study. Aliment Pharmacol Ther, 23 (8), pp. 1235-1240.

 

Commenta

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>